2 September 2014

La riforma fiscale di Obama

La riforma fiscale di ObamaLe ambizioni di Obama e del Congresso Democratico si spingono oltre alle manovre di stimolo dell’economia per abbreviare o rendere il meno dolorosa possibile la recessione.

Il Presidente e i Democratici, scrive il Washington Post, puntano nientemeno che una ad una riforma fiscale epocale.

Quello che per la politica di Washington rappresenta una sorta di “sacro graal: un bilancio federale che genera abbondanti fondi attraverso una disciplina fiscale più semplice e più equa, che disinnesca la bomba ad orologeria della spesa sanitaria e pensionistica, e che sostiene l’economia nazionale durante la peggiore flessione da generazioni.”

Per far questo, per riportare tassazione e spesa pubblica sotto controllo, è necessario un grande patto con i Repubblicani (patto che” per Obama e i suoi alleati è un imperativo”). Eppure, proprio questa operazione sul bilancio “richiederebbe una sorta di suicidio politico, con i Democratici che dovrebbero tagliare programmi sociali costosi e i Repubblicani che dovrebbero acconsentire ad un aumento delle tasse.” Riuscirà Obama laddove altri presidenti hanno fallito?

 

Link Correlati

The Washington Post, Democrats Set High Goal Of Sweeping Fiscal Reform
The Washington post, A new kind of bipartsanship
The New York Times, Editorial, Sins of Omission: The Forgotten Poor
The New York Times, Editorial, Sins of Omission: Help for the Beleaguered Homeowner

A cura di Alessandro Fanfoni – Centro di Formazione Politica

Print Friendly