Smart working, via libera dalla Camera alle nuove regole

appleNuove regole per lo smart working. È questa la novità maggiore del ddl sul lavoro autonomo, una sorta di Jobs Act destinato ai circa due milioni di lavoratori autonomi, che oggi ha ottenuto il via libera della Camera. Nel ddl, previste anche misure a tutela della maternità, dei professionisti iscritti ad albi e dei titolari di partite Iva.

Lo smart working non è una nuova tipologia contrattuale ma si configura come una “modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato” stabilita mediante accordo tra le parti, caratterizzata dall’utilizzo di strumenti tecnologici, eseguito in parte all’interno dell’azienda in parte all’esterno.

Nel provvedimento si chiarisce che il trattamento economico del lavoratore agile non dovrà essere inferiore a quello applicato ai dipendenti che svolgono le stesse mansioni in azienda. Previsto anche il cosiddetto diritto alla disconnessione, che altro non è che il classico giorno di riposo per chi si reca in ufficio ogni mattina.

Continua a leggere l’articolo su corcom.it