Lavoro 4.0. Calenda: a settembre un piano contro la disoccupazione tecnologica

intelligenza artificialeQualche giorno fa il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, ha commentato i dati del Rapporto ICE 2016-2017 “L’Italia nell’economia internazionale, evidenziando il dato dell’export: “Nel periodo gennaio – aprile 2017 le esportazioni italiane sono cresciute del 6,6%, rafforzando ulteriormente il trend positivo del 2016 e confermando anche la maggiore attrattività dell’Italia per gli investitori esteri”.

Grazie all’anno passato, l’Italia si posiziona al 9° posto nel mondo con 462 miliardi di dollari di export e al 6° posto della graduatoria dei saldi attivi commerciali, con 57 miliardi di dollari.

Sono, inoltre, 215.708 le aziende esportatrici, in aumento di 10 mila unità rispetto al 2010.

Riguardo al rapporto tra formazione e innovazione, il Ministro fa una riflessione importante sul Piano nazionale industria 4.0, l’occupazione e le competenze. In molti, infatti, hanno lanciato l’allarme disoccupazione tecnologica, immaginando un futuro prossimo di robot al lavoro in fabbrica e operai disoccupati a casa.

Salvaguardare l’occupazione nelle produzioni a più alta automazione “è la grande questione dei nostri tempi, ha precisato Calenda. “Sappiamo che la tecnologia da sola non costruisce innovazione sostenibile. Con Poletti e Fedeli stiamo lavorando per presentare un piano alla cabina di regia di settembre e inserire le prime norme in legge di bilancio”, ha dichiarato il Ministro al Sole 24 ore.

leggi l’articolo su Key4biz.it