Giovani che non studiano nè lavorano La Sicilia «maglia nera» in Europa

studenti2Nè studio nè lavoro; zero prospettiva per il futuro. Li chiamano neet, sono i giovane della fascia tra i 18 e i 24 anni completamente inattive e il triste primato in Europa di questa forma di apatia tocca alla Sicilia. Il dato viene messo in luce da una ricerca da una ricerca di Eurostat; in Sicilia i neet sono il 41,4% dei giovani primato che l’isola contende alla regione bulgara di Severozapeden. Il dato siciliano abbassa la media dell’intera nazione. Secondo la classifica di Eurostat, pubblicata ieri l’Italia resta il Paese Ue con il maggior numero di giovani completamente inattivi (26%) contro una media continentale del 15,2.

Tra le regioni che registrano alcune delle peggiori performances europee in fatto di occupazione in generale. Calabria, Campania, Puglia e di nuovo Sicilia sono in fondo anche a questa graduatoria. Nell’Ue, in media il 71,1% dei cittadini fra i 20 e i 64 anni aveva un’occupazione nel 2016. La percentuale crolla al 44,3% in Puglia, 41,2% in Campania, 40,1% in Sicilia e 39,6% in Calabria. La media italiana è del 57,2%.

Leggi l’articolo su corriere.it