Il futuro tecnologico? La Commissione Europea lo chiede ai cittadini

82bd66d49a3edabf_1280_internetLa Commissione Europea ha lanciato un sondaggio pubblico che non ha precedenti per conoscere in “anticipo” il futuro di Internet ed essere così brava ad investire sulle tecnologie giuste, su quelle che quasi certamente saranno dirompenti sull’economia, sulla società e sulla vita quotidiana dei cittadini. “Quale innovazione cambierà profondamente entro 10 anni il nostro modo di apprendere, lavorare e fare business?” Inizia con questa domanda il questionario “Next Generation Internet Initiative” che per conto della Commissione viene realizzato da REIsearch e vede IlSole24ore l’unico italiano tra i prestigiosi media partner che lo pubblicizzeranno. I risultati saranno pubblicati a giugno prossimo.

“L’obiettivo del sondaggio è raccogliere nuove idee per risolvere i problemi della società”, con queste parole Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione Ue, ha presentato la ricerca. “La scienza dovrebbe essere aperta e libera e non arroccata su una torre d’avorio, deve essere discussa, oggetta a critiche per individuare nuove prospettive”, ha aggiunto Juncker.

Così raffiche di domande su big data, AI, Internet of things, sharing economy, Blockchain, realtà aumentata, ma anche privacy, cybersecurity, neutralità della Rete e l’impatto del mondo digitale sui posti di lavoro, sulla salute, sulla governance dei Paesi membri e quindi sulla democrazia. Su tutti questi temi e tanti altri sono state formulate le domande a cui i partecipanti possono dare un voto da 1 a 5 (1 fortemente in disaccordo e 5 completamente d’accordo).

Leggi l’articolo su Key4biz.it