Robot industriali, le applicazioni crescono del 30% in Italia

Secondo il nuovo Rapporto “I.T.A.L.I.A. 2017 – Geografie del nuovo made in Italy”, realizzato da Fondazione Symbola, Unioncamere e dalla Fondazione Edison, ci consentono di essere il sesto produttore al mondo di robot industriali dietro a Cina, Corea del Nord, Giappone, USA e Germania.

Negli ultimi anni, seguendo i dati del documento presentato venerdì a Treia (Macerata), in occasione del XV Seminario estivo di Symbola, l’aumento medio delle vendite di robot è stato del 16% annuo e il numero di installazioni non era mai aumentato così tanto nel passato, raggiungendo nel 2015 il più alto valore assoluto di vendita in un anno da sempre (254.000 unità).

Se l’industria 4.0, o smart manufacturing, potrebbe secondo molti esperti contribuire al prodotto interno globale con una cifra che oscilla tra i 10 e i 15 mila miliardi di dollari nei prossimi venti anni, secondo dati General Electric, e al Pil europeo con qualcosa come 2.200 miliardi da qui al 2030, in Italia il mercato nazionale ha già raggiunto il valore di 1,2 miliardi di euro, quasi il 10% del totale degli investimenti complessivi dell’industria nel 2015.

Leggi l’articolo su Key4biz.it